^ The Future is Now ^ –

Archivio per Aprile, 2020

Crytek, Benchmark Ray Tracing – Crysis Remastered

Qui di seguito pubblichiamo il benchmark di ray tracing basato sulla demo di Neon Noir, mostrata attraverso un video durante la Game Developers Conference (GDC) di quest’anno. I giocatori su Pc quindi possono scaricare il benchmark sul sito di Crytek il quale funziona sia su GPU AMD che su NVIDIA.

Crytek prevede di ottimizzare questa tecnica(quindi forse la vedremo anche su Crysis Remasterd), per trarre vantaggio dai miglioramenti delle prestazioni, in futuro. Questa tecnologia supporterà API di basso livello come Vulkan e DX12. Inoltre, sarà compatibile con tutte le future schede grafiche di tutti i produttori. Quindi capace di girare anche su Schede Video prive di unità di accelerazione specializzate.

Il ray tracing è una tecnica di rendering che simula complessi modelli di illuminazione. La nuova funzione di ray tracing di Cryengine semplifica e automatizza il processo di rendering e creazione dei contenuti. Pertanto, il motore può riflettere correttamente gli oggetti animati e i cambiamenti nell’illuminazione.

Di seguito potete trovare i requisiti  per far funzionare il benchmark.

  • AMD Ryzen 5 2500X CPU/Core i7-8700
  • AMD Vega 56 8 GB VRAM/Nvidia GTX 1070 8 GB VRAM
  • 16 GB System Ram
  • Win 10 x64
  • DX11

Vedremo se potrà girare anche su hardware meno equipaggiato…


Crysis Remastered – Pc – confermato! Trailer 2020

Intanto per riallacciarci ad un nostro recente articolo:  FPS, CPU-RAM-HD-SSD e GPU/V-RAM

interessante il punto sul quale si è soffermato Hardware Upgrade il quale ricorda che Crytek stia  lavorando già da tempo a un Ray Tracing “agnostico” cioè  capace di girare anche su schede video prive di unità di accelerazione specializzate: l’azienda ne ha dato un assaggio con la tech demo Neon Noir su RX Vega 56.

Quindi, se questa tecnologia venisse implementata già su questa Remastered ad esempio, una GTX960 – GTX1060 3GB /altro (o AMD equivalenti) che non hanno il  supporto al Ray Tracing, potrebbero riuscire a gestire il gioco anche con la funzione attiva “agnostica” di Ray Tracing di Crytek. Staremo a vedere, non ci resta che attendere l’uscita del gioco o eventuali dichiarazioni ufficiali di Crytek in tal senso.

Riapre il sito Ufficiale di Crysis 1 !

Aggiornamento del 20.04.2020:

Stando all’annuncio di Critek, che ha co-sviluppato il titolo con Saber Interactive per quanto riguarda la versione Switch, a breve torneremo a indossare la nanosuit nel remaster di Crysis 1. Tuttavia, la serie sparatutto presenta altri capitoli e sembra che questa versione remaster sia solo un primo passo.

Stando a quanto comparso su Reddit, infatti, i fan potrebbero aspettarsi anche le remaster degli altri capitoli. Un utente del famoso forum, crede che i prossimi giochi arriveranno gradualmente, come accaduto per Master Chief Collection su PC.

Gli indizi provengono da due tweet sospetti di Tim Willits di Saber:

Ho sempre amato i giochi di Crysis ed è entusiasmante lavorare con Crytek per portare questi giochi a un nuovo pubblico” e “parleremo dei remaster al più presto. Sono contento che le persone siano eccitate“. E’ facile notare che Willits usa il plurale per parlare di Crysis.

Un altro indizio proviene dal comunicato Ufficiale di Crytek. Rileggendo con attenzione l’annuncio, la compagnia parla di “focus sulle campagnsingle player” e dunque sembra non parlare solamente di una campagna.

Infine, l’utente menziona una voce comparsa su 4chan, da verificare, che parla di un potenziale Crysis 4 all’orizzonte. Secondo il rumor (da prendere con la dovuta cautela), un capitolo completamente nuovo arriverebbe solo in caso di successo dei remaster, che comprenderebbero anche l’espansione Warhead, Crysis 2 e 3.

Che ne pensate? Dobbiamo aspettarci una sorta di “Crysis Collection Remastered”?

Fonte dell’aggiornamento: Eurogamer.it

Intanto in rete sono comparsi i requisiti hardware utili per poter giocare a Crysis Remastered:

Requisiti minimi di Crysis Remastered:

  • Sistema Operativo: Windows 7 64bit
  • Processore: Intel Core i5-4590 3.3GHz / AMD Ryzen R3 1200
  • Memoria RAM: 8 GB
  • Scheda Video: NVIDIA GeForce GTX 660 Ti / AMD Radeon R9 370
  • Hard Disk: 20 GB di spazio su disco

Requisiti raccomandati di Crysis Remastered:

  • Sistema Operativo: Windows 10 64bit
  • Processore: Intel Core i5-6500 3.2GHz / AMD Ryzen R5 1400
  • Scheda Video: NVIDIA GeForce GTX 1060 6GB / AMD Radeon RX 480 4GB
  • Memoria RAM: 12 GB
  • Hard Disk: 20 GB di spazio su disco

Arrivano gli SMS 5G, i tradizionali SMS dovranno farsi da parte definitivamente. La vita si complica anche per WhatsApp…

I vecchi SMS, riescono ancora a tirare avanti, nonostante tutto. Ma la stangata finale, pare ormai alle porte, non dai più comuni servizi di messaggistica istantanea, ma arriverebbe da un altro servizio che, a quanto pare, è in dirittura d’arrivo: i messaggi 5G.

Da una conferenza stampa tenutasi nelle scorse ore in Cina fra i vari maggiori esponenti del settore telefonia, risulta sempre più vicino il nuovo servizio di messaggistica basato sulle reti di quinta generazione: i cosiddetti messaggi 5G.

Si tratta di una nuova tecnologia che va a eliminare il limite di lunghezza degli SMS tradizionali, supporta vari formati multimediali (fra cui file audio, video, eccetera), funziona sia online che offline e consente di leggere dei rapporti sullo stato dei messaggi. Se ciò non bastasse, i messaggi 5G aprono la strada inoltre a nuove possibilità d’uso fornendo degli extraintegrati come la ricerca di servizi o la compatibilità con i pagamenti.

I vecchi SMS avranno così un motivo in più per farsi da parte, anche WhatsApps dovrà alzare la guardia, chiaro, per ora stiamo parlando del mercato cinese, che dovrebbe lanciare i messaggi 5G per il grande pubblico entro giugno 2020, con Huawei che dichiara di iniziare i primi test di questa funzione a breve.

Le altre società coinvolte nella questione sono Samsung Xiaomi, OPPO, Vivo, Lenovo, Meizu e ZTE. Ma per ulteriori dettagli in proposito è necessario attendere…

Fonte Tutto su Android


FPS, CPU-RAM-HD-SSD e GPU/V-RAM

Poiché questo sito nasce per dare consigli su come sfruttare al massimo i propri componenti hardware è utile sapere quanto segue…. Intanto è consigliato di non dare sempre per buoni i “consigli” di chi afferma che la Scheda Video, CPU o le Ram sono addirittura da cambiare semplicemente perché i componenti hanno qualche anno sulle loro spalle o perché a detta loro  i giochi così detti di “nuova generazione” richiedono “determinati” requisiti hardware, determinati da chi??? (Ognuno ha la sua opinione, rispettabile ma assolutamente non applicabile sempre in altri contesti che non siano strettamente i loro). Molto spesso, i requisiti hardware pubblicati dalle case di sviluppo dei giochi per Personal Computer sono molto generici poiché chiaramente non potendo valutare caso per caso pubblicano requisiti standard con i quali sono certi che chiunque con quei requisiti, possa far girare senza problemi il loro gioco sul proprio Pc. Quest’ultima cosa è più che comprensibile e condivisibile, anche noi fossimo una casa di sviluppo di videogames probabilmente faremmo lo stesso. Considerate che subito dopo l’uscita di un gioco, spesso vengono riscontrati problemi software(in questo caso ci riferiamo al gioco stesso) che poi vengono risolti più o meno bene dalle case di sviluppo del gioco distribuendo Patch mirate, immaginatevi se a questo si aggiungessero problemi relativi a hardware “inadatto” poiché relativamente obsoleto, però rientrante tra i requisiti hardware PUBBLICATI. Scatenerebbe chiaramente moltissime polemiche.

Gente più esperta o curiosa, come chi sta leggendo questo articolo, saprebbe come arginare eventuali problemi, ma è chiaro che le software house non possono considerare questa netta minoranza.

Le cause di caduta delle performance del proprio Pc durante il gioco di un determinato titolo possono essere molteplici (ci riferiamo in questo articolo al solo gioco in single player mode e non in multiplayer mode, dove in quest’ultimo modo potrebbero aggiungersi problemi di rete che non affronteremo questa volta, lo faremo in un prossimo articolo). Non è vero che il calo degli FPS durante un gioco sia da attribuire per forza di cose solo alla GPU/CPU/RAM. Può dipendere da diversi fattori, non solo da ricondurre al proprio Sistema ma anche a fattori esterni allo stesso e spesso anche  tra loro concatenati. Comunque da un minimo di 24 FPS il gioco è stra-giocabile, poi vedremo il come e il perché.

Eventuali problemi interni al nostro Sistema di gioco:

  • Agire sul settaggio del gioco, partire con il settaggio al massimo consentito per poi scalarlo di volta in volta, se si vuole invece prima ottimizzare il proprio Sistema e poi eventualmente andare a scalare i settaggi del gioco passate ai punti successivi qui di seguito…
  • Alimentatore sotto dimensionato , qui di seguito nostra guida per risolvere il problema High Voltage
  • Sistema Operativo instabile, non aggiornato o non settato alle massime potenzialità;
  • Disabilitare/abilitare eventuali profili di risparmio energetico e nel caso di Windows 10 abilitare: Mettiamo il Turbo a Windows 10
  • Abilitare il Game Mode in Windows 10: Game Mode
  • Bios non ottimizzato o aggiornato alla ultima release, è consigliato al suo interno disabilitare periferiche integrate non utilizzate e se non è aggiornato aggiornarlo;
  • Quantità/Velocità di RAM di Sistema/V-RAM troppo basse (ad oggi è richiesto almeno un minimo di 4GB di RAM di Sistema, utile tra l’altro averne il più possibile poiché la RAM di Sistema va spesso a sopperire alle mancanze di altro hardware (vedi le V-RAM delle GPU ad esempio, dove in linea di massima spesso per poter giocare sono richiesti un minimo di 1/2GB di V-RAM). Inoltre più la RAM di Sistema è veloce e meglio riesce a sopperire a queste mancanze(consiglio, oltre alle capacità base delle proprie RAM, in caso quest’ultime siano state concepite allo scopo si potrebbe pensare di abilitare da BIOS di Sistema la funzione X.M.P che permette alle proprie RAM di funzionare con una sorta di Overclock di fabbrica), considerando inoltre che la V-RAM… vuoi per dove è posizionata rispetto al processore della GPU, vuoi per le caratteristiche stesse della V-RAM è sempre più performante rispetto alla RAM del Sistema;
  • CPU limitata, (CPU limit), la CPU non riesce a lavorare alla pari della GPU;
  • GPU limitata, (GPU limit), la GPU non riesce a lavorare alla pari della CPU.
  •  In entrambi i casi di CPU/GPU limit a volte si possono compensare questi squilibri facendo un leggero overclock sul componente in maggiore difficoltà. Altrimenti in casi estremi bisogna sostituire il componente in difficoltà.
  • Hard Disk lento, influisce moltissimo sul caricamento dei giochi, consigliati Hard Disk ( Performance Desktop Hard Disk Drive da 1TB minimo, 7200 RPM, SATA 6 Gb/s, Cache 64GB, 3.5″) di ultimissima generazione, meglio se SSD.
  • Abilitare da BIOS funzioni turbo o altro (vedi ad esempio la funzione TURBO sui processori INTEL);
  • Driver della Scheda Video non aggiornati all’ultima release disponibile, non sempre è necessario che siano Driver aggiornati all’ultima release rilasciata dal produttore di cui la propria GPU è facente parte,  l’importante però che sia l’ultima release esistente o l’ultima più stabile per il tipo di Scheda Video che si ha sottomano anche se il produttore ha cessato il supporto di ulteriori Driver;
  • Scelta della risoluzione dello schermo, le impostazioni consigliate per godere al meglio del proprio gioco sono in HD ( Risoluzioni 1280×720 pixel o 1366×768 pixel) o Full HD (Risoluzione 1920×1080) quest’ultima chiaramente migliore delle prime. Altre risoluzioni sono per Personal Computer equipaggiati con hardware aggiornatissimi di alto livello 4K (Risoluzione 3840×2160 pixel ecc. ecc.). Chiaramente alle risoluzioni proposte esistono delle vie intermedie che ognuno può scegliere in base alle proprie esigenze (un buon rapporto qualità dell’immagine e prestazioni sarebbe auspicabile).

Eventuali problemi esterni al nostro Sistema di gioco:

  • Gioco non propriamente ottimizzato per funzionare al top con l’hardware dei Personal Computer (vedi i porting da Console ad esempio) dove agire sul settaggio di gioco serve a poco o nulla e lo stesso dicasi per quanto sopra consigliato;
  • Patch distribuite dalle software house dei giochi inadeguate;
  • Driver delle Schede Video inadeguati;
  • Aggiornamenti del Sistema Operativo che influiscono sulle prestazioni dello stesso sui quali spesso vengono posti dei rimedi molto tempo avanti all’uscita del gioco:
  • Oppure mancanza di aggiornamenti del Sistema Operativo che lo rendono instabile con certi tipi di giochi.

Come potete vedere quindi sono molteplici i fattori che influiscono sulle performance di gioco, e sicuramente ve ne sono anche delle altre più o meno comuni che non abbiamo pensato o che semplicemente non rientrano in caratteristiche a fattor comune. Quello che però possiamo chiarire intanto è di non preoccuparsi assolutamente nel caso in cui la propria GPU non riuscisse raggiungere i tanto blasonati 60 FPS più o meno stabili che siano.

24-30 FPS sono più che sufficienti per considerare un gioco stabile, considerate che l’occhio umano oltre i 24 FPS non nota differenze, 30 e 60 FPS potrebbero migliorare la stabilità dell’immagine ma non sempre è necessario. Eventuali problemi che possono rendere un gioco instabile dai 24 FPS in poi sono derivanti da altre problematiche che nulla o poco hanno a che vedere con i fotogrammi per secondo.

La quantità di V-RAM è importante ma non determinante, li dove venisse a mancare il quantitativo di V-RAM comunque interverrebbe la RAM di Sistema come già anticipato all’inizio dell’articolo(per questo mettetene quanta più potete, partendo da un minimo di 4GB).


Crysis Remastered in arrivo…

Sempre più insistenti le voci che danno un remaster di Crysis quasi certo…

il video qui su lo abbiamo aggiunto per stimolare i vostri sensi da giocatori Pc, chiaro che non è riferente al remaster di cui stiamo parlando. Il video qui su riporta un “Crysis mod” effettuato/e da appassionati.

Il video che invece svelerebbe per la seconda volta un possibile remaster di Crysis è il seguente:

Da un articolo di Hardware Upgrade :

“Per la seconda volta, Crytek ha fatto riferimento a una nuova versione di Crysis. Con la nuova generazione di console alle porte, un remake/remaster di uno dei giochi tecnicamente migliori di sempre è inevitabile…

Nel nuovo video di presentazione del CryEngine, Crytek fa (di nuovo) riferimento al ritorno di Crysis. Il video fa una carrellata dei giochi realizzati con CryEngine negli ultimi dieci anni, per poi mostrare la scritta “Non si smette di migliorare”. Dopo di che, al culmine della sequenza, ecco le immagini del primo Crysis. Con la prossima generazione di console all’orizzonte, non c’è momento migliore per rimasterizzare Crysis e sfruttare la piena capacità hardware di PS 5 e Xbox Serie X.

Il franchise è sempre stato punto di riferimento nell’evoluzione della grafica e il rilascio di nuovi hardware darà a Crytek la possibilità di mettere in mostra ancora una volta sé stessa e il suo motore grafico.”

E noi su quest’ultimo punto aggiungiamo… sperando che lo faccia prendendo come principale riferimento l’hardware dei Personal Computer e non le Console!

Continua così l’articolo…Un remake/remaster sembra inevitabile. Anche perché Electronic Arts, che al momento controlla il brand Crysis, ha già confermato di essere al lavoro “su emozionanti remaster dei giochi più amati dai fan” con riferimento specifico a due nuovi titoli in sviluppo presso team di terze parti. Inoltre, non è la prima volta che Crytek fa un velato riferimento al ritorno di Crysis. In un trailer tecnologico dello scorso settembre c’era un riferimento al primo Crysis simile a quello di cui ora stiamo parlando”.

Fonte: Hardware Upgrade

Aggiornamenti oggi 13.04.2020…

Altra ipotesi che una Remastered sia in fase di sviluppo arriva dalla pagina ufficiale di Crysis. Gli sviluppatori hanno infatti aggiornato questa pagina durante il primo di Aprile inserendovi l’eroe originale: Jake “Nomad” Dunn.

Sito di Crysis  qui

In un’altra circostanza, a causa del giorno in cui c’è stato questo test “aggiornamento”, l’ipotesi sarebbe caduta nell’impossibilità; questo soprattutto dopo che il sito Spieltimesha trovato nel codice della pagina la dicitura “Pesce d’aprile” come potete vedere qui di seguito.

Crisis Remastered

Il dato più importante (e che avvalora il tutto) risale a poche ore fa e arriva proprio dalla pagina ufficiale Twitter di Crysis. Sarebbe stato infatti pubblicato un post “teaser” con la semplice dicitura “Receiving Data”. Con questo semplice post i fan si sono infatti scatenati, tra post di Hype ed altri più scherzosi riguardo a quali PC saranno in grado di farlo girare a piena potenza…

Crysis

@Crysis

RECEIVING DATA

Qui il post su Twitter e la discussione in merito…
Speriamo dunque di ricevere al più presto novità al riguardo e che la Remastered di Crysis diventi presto realtà su Pc.
Aggiornamento del 16.04.2020

Praticamente ufficiale, Crysis Remastered è realtà!

Crysis Remastered