^ The Future is Now ^ –

Upgrade It ! Software

Windows 11

In arrivo un nuovo Sistema Operativo di Microsoft, sono diverse le novità tra cui:

l’Auto HDR, funzionalità che aggiunge automaticamente miglioramenti High Dynamic Range (HDR) ai titoli basati su DirectX 11 o versioni successive che in precedenza sfruttavano solo Standard Dynamic Range (SDR). L’HDR consente a un gioco supportato di eseguire il rendering con una gamma molto più ampia di valori di luminosità e colore, conferendo un ulteriore senso di ricchezza e profondità all’immagine.

Direct Storage, attivabile con un’unità SSD NVMe ad alte prestazioni e i driver appropriati. Questa, che sarà disponibile solo in Windows 11, consentirà ai giochi di caricare rapidamente gli asset direttamente nella memoria video della scheda grafica senza occupare la CPU. Ciò significa che potrete sperimentare mondi di gioco incredibilmente dettagliati senza lunghi tempi di caricamento.

Qui ulteriori informazioni sul nuovo Windows: https://www.microsoft.com/it-it/windows/windows-11


Windows 10, miglior controllo sulle GPU attive su uno stesso Sistema.

Con un prossimo aggiornamento Windows 10 aggiungerà in modo più mirato la possibilità all’utente di gestire le GPU disponibili (integrata e dedicata) in base alle proprie esigenze. Utilizzare ad esempio, la GPU integrata per lavori d’ufficio e  la GPU dedicata solo ed esclusivamente per il Gaming o altro.


DirectX 12 Ultimate, Nvidia e Windows 10 update

Driver DirectX 12 Ultimate disponibili con gli ultimi driver Nvidia

Nvidia ha rilasciato da poche ore i suoi driver 451.48 sia in versione Game Ready che Studio, entrambi scaricabili dal sito del produttore oppure tramite GeForce Experience.

Questi nuovi driver sono estremamente importanti perché aggiungono il pieno supporto alle API DirectX 12 Ultimate integrate nell’aggiornamento cumulativo di maggio per Windows 10. I nuovi driver Game Ready sono anche i primi driver pubblici a offrire pieno supporto all’API Vulkan 1.2 sulle GPU GeForce e Titan.

Le novità introdotte:

  • DXR 1.1 che introduce diverse tecniche di rendering tra cui il Ray Tracing inline e indirect execution of Rays;
  • Variable Rate Shading, il quale permette di avere delle prestazioni superiori riducendo il numero di calcoli degli shaker per tutte quelle superfici secondarie e che vengono considerate meno importanti, il tutto senza impattare sul risultato visivo finale;
  • Mesh Shader, una tecnica di processare grandi mole di dati in maniera più efficiente. Fino ad ora era un’estensione sviluppata da Nvidia, ora invece è parte integrante delle nuove API;
  • Sampler Feedback, una tecnologia che permette di utilizzare la VRAM in maniera più efficiente.

Per poter usufruire di questi benefici anche su schede video AMD, dovremo aspettare l’uscita dell’architettura RDNA 2.

L’aggiornamento di maggio per Windows 10 ha però introdotto anche un’altra importante novità, ovvero “Hardware accelerated GPU scheduling”, ora utilizzabile grazie a questa nuova versione dei driver di Nvidia, che consente alla scheda video di gestire in modo diretto la propria memoria video così da migliorare le prestazioni e ridurre la latenza.

Questo dovrebbe portare diversi benefici in moltissimi scenari, gaming compreso. Per abilitarlo, una volta aggiornato il nostro sistema, basterà recarsi sulle impostazioni grafiche di Windows, attivare la funzione:

e infine riavviare il sistema.

Questi nuovi driver portano tantissime novità, potete scaricarli direttamente dal sito ufficiale di Nvidia cliccando Qui